pioltello informazione
media

Pioltello, Milano, Italia : Informazione, Manipolazione, Mistificazione

Pioltello, Milano , Italia… : Mass Media, Informazione e Manipolazione

Con la diffusione dei Mass-Media e in particolare del digitale-virtuale, (con la famosa “onda quadra” capace di campionare i segnali) sempre di più emerge e si evidenzia l’enorme potenzialità del sistema, in termini di sua “capillarità”; diventando noi tracciabili, ogni nostra azione può essere registrata e conservata in qualunque archivio digitale, sia esso pubblico che anche (e purtroppo) privato, con tutto quello che ne può conseguire.

Sono infatti innumerevoli gli ambiti nei quali le grandi quantità di dati sono ormai utilizzati, dalle banali campagne pubblicitarie alle attività di sondaggio che le grandi industrie commissionano e conducono allo scopo di sfornare prodotti sempre più aderenti ai gusti e agli stili di vita dei cittadini.

Ma un modo di utilizzo dei dati alquanto nuovo e originale può essere considerato quello messo in atto nel corso della campagna elettorale per le presidenziali degli Stati Uniti, che ha portato all’elezione di Donald Trump.

Dopo la vittoria di Trump, uno studio che il professor Michael Kosinski aveva condotto già nel 2013, è assurto alle cronache.

Lo studio ha avuto per oggetto i Like di Facebook e, in sostanza, sostiene che dai semplici like che i singoli individui/utenti lasciano durante la navigazione su Facebook si possa ripercorrerne la vita e ricostruirne la personalità definendone l’età, l’orientamento sessuale, l’etnia, la visione politica, la fede religiosa, lo stile di vita, le abitudini consumistiche, i tratti della personalità. E ancora, l’intelligenza, il tasso di felicità o infelicità, l’eventuale uso di sostanze stupefacenti e anche se i genitori sono separati o meno; dimmi dove metti il like e io ti dico chi sei nel dettaglio.

A prescindere dal fatto che i like di Facebook siano un parametro parzialmente indicativo e che lo studio di K. risalga a quattro anni prima dell’epoca delle elezioni (che nel mondo dell’informatica sono come un’Era Glaciale, come sappiamo), se anche quel primo studio non fosse particolarmente attendibile ha sicuramente tracciato una via poi ripercorsa negli anni a seguire. E questo si può presumere e sostenere considerando il fatto che l’evoluzione informatica non ha che potenziato la capacità di analisi e raccolta dei dati (andando oltre dunque i soli like di Facebook ma conglobando molte altre tracce digitali che vengono lasciate in circolazione).

A questo punto può sorgere spontanea una domanda: ma che c’entra, direte voi, con Trump? C’entra, perché alcuni osservatori sostengono che la società Cambridge Analytica, incaricata da Trump per eseguire analisi e misurazioni online utilizzi proprio il principio asserito dallo studio del professor Kosinski, ciò l’analisi delle tracce lasciate sul web finalizzata alla ricostruzione del profilo completo di tutti gli elettori americani!

Si evince, quindi, che non è stata fatta una campagna elettorale per tutti, ma una campagna per ogni singolo elettore….. Continua (Antonello Concas)